Bellezza - Saccò
d

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore.

15 St Margarets, NY 10033
(+381) 11 123 4567
ouroffice@aware.com

 

bellezza
bellezza-show
_DSC7342
_DSC7288
bellezza

Bellezza

Personal Project
Artwork & graphic research

Questa illustrazione nasce per un contest, poi però non l’ho inviata, vabbé capita, no?

Che cos’è la bellezza?
La bellezza è davvero una cosa? Un elemento del mondo percettibile, o è più un esperienza, una sensazione o un modo di vivere la vita?
Io credo dhe ci sia del “bello” anche in ciò che ad un primo sguardo superficiale si lascia percepire come orrido o macabro (basti pensare a certe foto di guerra o a esempi di opere che quando sono state realizzate hanno suscitato sdegno e sgomento).
Possiamo forse dedurre che il bello, per essere colto, ha bisogno di un certo tocco, un organo di senso apposito, tipo delle antenne o tipo un bastone da rabdomante. Insomma di strumenti per cercare, capire, metabolizzare e raccogliere il bello nel quale potremmo imbatterci.
Questi pensieri mi hanno fatto sempre approcciare all’idea del bello con una volontà “collezionistica”. Immagino questa raccolta di bello come una ricerca continua della visione e della ricerca del bello, conservarlo dentro la mia wunderkammer mentale e poter accrescere la consapevolezza della bellezza che si nasconde dal più piccolo dei ciottoli al più ampio dei panorami, nella metropoli selvaggia come nella desolazione del rifugio eremitico.
Il bello, nella mia concezione, è l’unico modo di poter attraersare la vita, portando con sé la maggior parte di cose belle possibili, nel proprio intimo, con la possibilità di condividere con spiriti affini le bellezze accumulate.

"Vedete, infatti che Socrate è amante delle persone belle ed è sempre intorno ene è sbigottito, e inoltre ignora tutto e non sa nulla.
Quanto al suo aspetto, questo non è simile a quello di un Sileno? Si certamente.
Infatti questo così è vestitodi fuori, come il Sileno scolpito. Ma dentro, una volta aperto, di quanta saggezza pensate che sia pieno, o compagni nel bere.
[...]
Però quando quello è serio ed è stao apeto non so se qualcuno abbia visto le immagini presenti all'interno; ma io già lo vidi una volta, e a me sembrò che fossero così divine e auree e meravigliose, che bisognava fare qualunque cosa Socrate ordinasse"
Alcibiade su Socrate.
Platone, Simposio (216A-217A).

"O ancora, per sottolineare come questa necessaria raccolta di bello debba poi ripercuotersi nella vita quotidiana."
Giuseppe Faggin in "Plotino"- 1945.

 

Da qui la necessità di raccogliere e simultaneamente restituire quanta più bellezza possibile.
Dare e avere. Prendere, metabolizzare e poi restituire.

Foto di Marco Di Marcantonio, grazie bello.

0
Realizzato per:

Personal Project

Tipologia lavoro:

Illustration & Graphic research

Data:

18/12/2019

Category: